Unbroken

στέργω σέ

Colpa delle stelle, John Green (via onenoonehundredthousand)

Va bene, io non ce la faccio.

(via deepinmyboness)

(via lelacrimesulvolto)

«Mi chiamo Hazel. Augustus Waters è stato il grande amore avversato dalle stelle della mia vita. La nostra è stata una storia d’amore epica, e io non riuscirò ad aggiungere nemmeno un’altra frase senza scomparire in una pozza di lacrime. Gus sapeva. Gus sa. Non vi racconterò la nostra storia d’amore perché come tutte le vere storie d’amore morirà con noi, come deve. Speravo che facesse lui il discorso funebre per me, perché non c’è nessun altro che vorrei facesse…» Mi sono messa piangere. «Okay, come non piangere? Come posso…Okay. Okay.»
«Non posso parlare della nostra storia d’amore, quindi vi parlerò di matematica. Non sono un matematico, ma una cosa la so: ci sono infiniti numeri tra 0 e 1. C’è 0,1 e 0,12 e 0,112 e una lista infinita di altri numeri. Naturalmente c’è una seria infinita di numeri ancora più grande tra 0 e 2, o tra 0 e un milione. Alcuni infiniti sono più grandi di altri infiniti. Ce l’ha insegnato uno scrittore che un tempo abbiamo amato. Ci sono giorni,e sono molti, in cui mi pesano le dimensioni della mia serie infinita. Vorrei più numeri di quanti è probabile che ne vivrò, e Dio, voglio più numeri per Augustus Waters di quelli che gli sono stati concessi. Ma Gus, amore mio, non riesco a dirti quanto ti sono grata per il nostro piccolo infinito. Non lo cambierei con niente al mondo. Mi hai regalato un per sempre dentro un numero finito, e di questo ti sono grata.»

Ilmareditroppo | Joy Musaj (via ilmareditroppo)

(via ilcaloredeisuoiabbracci)

Io non sono perfetta, e nemmeno tu lo sei.
Ma di una cosa son sicura: due imperfezioni insieme, sono perfetti.

laragazzachetunonami (via laragazzachetunonami)

Ed è buffo come dopo tanto tempo mi capiti questo post e che io mi metta a ridere di gusto, perché questo ragazzo che per me non esisteva né in cielo né in terra, esiste.
Ed è buffo come una volta me lo sono ritrovata sotto casa col fiatone perché “hai presente quando ti manca tanto una persona e inizi a correre e a correre?”
Ed è buffo come lui ride con me quando rovino un momento romantico.
Ed è buffo come lui mi ha regalato una sua felpa e come ogni volta che posso indosso una sua maglietta.
Ed è buffo come io e lui ci dividiamo il cibo.
Ed è buffo come io lo amo e lui mi ama.
Ed è buffo che mi sta insegnando a vivere.
Ed è buffo il fatto che tutto questo non è buffo, ma è Amore.

(via laragazzachetunonami)

Ah.

(via cosa-ce-di-semplice)

Il commento, Dio il commento.

(via emptylikethewhite)

io questa persona l’ho trovata.

(via persadentro)

(via ilcaloredeisuoiabbracci)

Voglio un ragazzo che, così, senza preavviso, si presenti sotto casa mia con delle rose, giusto per dirmi “Mi mancavi, stronza”.
Voglio un ragazzo che mi ricordi quanto io sia acida e stronza, e che mi ricordi tutte le volte che ho rovinato un momento romantico, e che mi sfotta per questo, ma voglio che alla fine mi dica “Eh, già, sei un casino. Anzi, il casino. Il mio casino, e t’amo così”.
Voglio un ragazzo che mi regali le sue magliette e le sue felpe.
Voglio un ragazzo che “Ehi, hai mangiato?” “No, non ho fame” “Hai cinque minuti per scendere, ci facciamo una crêpes”.
Voglio un ragazzo da amare e che mi ami. Non voglio un ragazzo da controllare, né uno per cui piangere la notte.
Voglio un ragazzo che mi insegni a ridere.
E magari, così, distrattamente, per caso, senza fretta, a vivere.

Paulo Coelho 

dio, che frase stupenda

(via profumoimpresso)

Anche le stelle,  per brillare hanno bisogno del buio.

(via ilprofdimatematica)

(Source: malinconialeggera, via uncuorechenoncelafa)

Non dimenticare: bellissimi tramonti hanno bisogno di cieli nuvolosi

(via michelacanta)

Di queste piccole cose..

(via lasciatemistare)

Io le sogno queste cose…

(via non-mi-aspetto-mai-niente)

E continueró a sognarle..

(via seiunbrivido)

..

(via mantienitiforte-18)

..

(via hovogliadelletuelabbra)

Mi dispiace per voi, davvero. Ma sono felice per me, eppure non c’ho mai fatto caso a quanto sono fortunata….

(via amiamocifinoadistruggerci)

Generalmente quel qualcuno sono sempre io, peccato che nessuno ricambi

(via exfreddo-dentro)

Io ho qualcuno che fa tutto questo, si chiama: mamma.

(via 1630km-e-sono-da-te)

(via unmarediincertezze)

Hai presente quando sei nello stato whatsapp di qualcuno?
Quando manchi a scuola e poi ti cercano?
Quando qualcuno ti chiede di uscire?
Quando qualcuno vuole farsi una foto con te?
Quando qualcuno ti abbraccia forte di spontanea volontà?
Quando ti prendono per mano?
Quando sei triste e per farti ridere fanno gli scemi?
Quando hai qualcuno che c’è sempre?
Hai presente tutte queste cose?
Io le sogno queste cose.

Brad Pitt  (via toanywhere)

Non smetterò mai di rebloggarlo.

(via englandlover13)

(Source: tristezzarossosangue, via oceanjessica)

Mia moglie si è ammalata. Era sempre nervosa a causa dei problemi sul lavoro, con i bambini, nella vita personale e dei suoi fallimenti. Aveva perso 14 kg, arrivando a pesare circa 41 kg a 35 anni. Era davvero scheletrica e piangeva sempre. Non era una donna felice. Soffriva di continui mal di testa, fitte al cuore e masticava nervoso, che le causava mal di schiena e fitte al costato. Non dormiva bene, si addormentava solo il mattino e si stancava molto velocemente durante il giorno. La nostra relazione stava per rompersi. La sua bellezza stava svanendo, aveva le borse sotto gli occhi, stava uscendo di testa e aveva smesso di prendersi cura di sé. Rifiutava di girare film e rigettava ogni ruolo. Avevo perso le speranze e pensavo che avremmo divorziato presto… Ma poi decisi di agire. Dopo tutto, avevo la donna più bella sulla Terra. Lei è l’idolo di più di metà della popolazione maschile e femminile sulla faccia della Terra, ed ero l’unico cui era concesso addormentarsi al suo fianco e stringerla a sé. Iniziai a coccolarla con fiori, baci e complimenti. Le facevo sorprese e l’assecondavo in ogni momento. Le facevo un sacco di regali e vivevo solo per lei. Parlavo in pubblico solo di lei. Indirizzavo tutti gli argomenti su di lei. La lodavo davanti a lei e ai nostri amici. Non ci crederete, ma è rifiorita. Fu anche meglio rispetto a prima. Prese peso, non era più nervosa e mi amava anche più di prima. Non credevo potesse amarmi così tanto. E allora ho realizzato una cosa: la donna è il riflesso del suo uomo.
Se la ami fino quasi ad impazzire, lei impazzirà per te
TotallyLayouts has Tumblr Themes, Twitter Backgrounds, Facebook Covers, Tumblr Music Player and Tumblr Follower Counter
Tumblr Mouse Cursors